Harem, geishe e kamasutra sopra Oriente il erotismo e materia

Antonella Ferrera analizza i costumi erotici dall’India al Giappone e spiega affinche la loro ingegnosita della corruzione e almeno lontana dall’Occidente

Nell’eventualita che e fedele giacche i costumi sessuali influenzano le societa, e al momento ancora effettivo in quanto le societa – tradizione, stili di vitalita, architettura ecc.– influenzano i costumi sessuali. Harem, geishe, kamasutra sono nati con Oriente, accordo verso approssimativamente compiutamente cio giacche consideriamo un sensualita raffinato e delizioso. Per ovest, particolarmente sopra Europa, nonnulla del qualita. Appena niente affatto? esagerato comprensivo, addirittura nel caso che non del tutto inopportuno, imputare qualsivoglia saggezza al religione cristiana, religione vigilante sulle abitudini sessuali dei maschi quanto delle femmine.

In un ammaliatore corpo (Segreti d’Oriente, Sellerio, 260 pagine, 12 euro), Antonella Ferrera analizza e racconta amore, sensualita, riti e miti dell’amore nelle principali culture orientali Cina, Giappone, India, Islam. E un cammino per secoli e luoghi, furbo ai giorni nostri, carico di riferimenti letterari e sociologici, di memorie storiche e di documentazioni dell’arte amatoria. Un cammino affinche esplora i segreti di un eros «silenzioso e docile, tuttavia ancora abile e elegante, dichiarato, giacche fa attualmente oggi desiderare molti maschi occidentali». I quali maschi occidentali – noi – sono portati per pensare giacche cosi il registro remissivo della collaboratrice familiare la responsabile esordio dei piacered’Oriente.

Invece, appunto i maschi occidentali «non hanno compreso in quanto entusiasmo erotica significa apporre al centro la domestica, ragione e il adatto aggradare, il proprio compiacimento, perche entrata alla fusione perfetta, all’intreccio periodico e dolce dei corpi, in cui l’uomo si puo sentire un re». Mediante India, del resto, cosi l’erotismo sia l’ascetismo si fondavano riguardo a tecniche di ispezione del corpo – lo yoga – e la balletto assumeva un ruolo santo. Ipotesi modello della erotismo indiana e il kamasutra (mitizzato quanto modico praticato da noi) antichissimo guida di condotta osceno chei gnora passioni e sentimenti, potesta energico e pudori femminili, verso detrarre dai corpi il supremo del favore.

Ciononostante, sopra errore del comunicazione cristiano, l’inferiorita della cameriera sopra Oriente e sempre stata preminente, e ha generato, per l’esclusivo piacere virile, pratiche persino oltre a crudeli della cintura di pudicizia giacche ebbe alquanto fatto nel nostro Medioevo maniera la bendatura dei piedi sopra Cina, che riduceva gli arti delle povere vittime a orribili moncherini, «gigli di loto», considerati segni irrinunciabili di lussuria e delicatezza tuttavia cosicche erano ancora la test di un’educazione alla tolleranza del strazio – e percio di accondiscendenza – acquisita fin dall’infanzia. E una esercizio cosicche oggi ci fa, ovviamente, infamia. Bensi Sergio Valzania, nell’introduzione al capienza, ci induce per rimandare verso «alcune pratiche di chirurgia aspetto cosicche si vanno diffondendo nella nostra societa», sulla ricognizione dolorosa di un’omologazione «a un linea di grazia particolare, attraverso raggiungere il che razza di vengono affrontati sacrifici per volte non indifferenti.

Antonella Ferrera, inviato, scrive e conduce raffinati programmi culturali a causa di Radio2 e Radio3, tra cui La racconto mediante pallido e rubicondo rosso. E ancora autrice di saggi (tra cui Il ornamento e la gladio. Zen e arti marziali, Baldini Castoldi Dalai, 2005) e sa come mescolare esposizione, Scoprilo qui vicenda e indicazione mediante modo giammai scialbo e noioso. E lodevole la caratterizzazione degli hammam e degli harem arabi, di che i profumi venissero usati a causa di suscitare una clima materiale, unitamente fregio di antiche ricette afrodisiache verso supporto di semi di rosolaccio, zafferano, cannella, e di strumenti di grazia il confidenziale del risolino bianchissimo delle ospiti/prigioniere nei gusci d’uovo macinati, nel momento in cui a dare le bocca rosse e lucide eta ilpepe masticato (mediante chi sa quali effetti collaterali).

Quanto al Giappone, e affabile capire la sfrenata concupiscenza di quel comunita – e la incantesimo delle geishe – qualora si pensa affinche secondo un leggenda scintoista il Giappone e tutto il puro sono nati da unatto del sesso. Unaltro tomo illustra adeguatamente quanto sia diversa l’antica erotismo europea, unitamente ricadute scaltro ai giorni nostri. Il testata, quanto giammai evidente, e La cupidigia dei cazzi (Edizioni Mercurio, 142 pagine, 12 euro).

Sono una ventina di fabliaux, contro quasi centocinquanta esistenti, che hanno ispirato i con l’aggiunta di pudici Boccaccio e Bandello, perche esibiscono una lussuria agevole, attraverso non manifestare rozza, addensato basata sulle dimensioni dell’oggetto, ancora affinche sull’erotismo.

So cosicche il legittimazione fara sobbalzarequalcuno, bensi e la trasporto corretta di un fabliau duecentesco durante falda d’oil (Le sohait des vez), cosicche unito periodo condizione vergognosamente tradotto mezzo Il delirio pericoloso. Il tenero interprete dell’opera, sopra un italico moderno e familiare, e il medievista e scrittore raffinatissimo Alessandro Barbero. Il traduttore/curatore ha preferito «di fingere perche nell’epoca con cui viviamo neanche le parole, e non le cose facciano oltre a angoscia, nemmeno neititoli. Bensi sara indi certamente almeno?» precisamente, sara certamente almeno? Quanti signori e padrone se la sentiranno di ampliare, seduti mediante metropolitana ovverosia circa una panchina di parco, un tomo dunque intestato? Nonostante i nostri tempi «liberati» il modestia occidentale di volto a simili espressioni (e contenuti) e direttamente quasi superiore che in quel medioevo affinche ci ostiniamo verso valutare «buio», all’opposto semplice buio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *